mercoledì 18 giugno 2014

Spiedini di gamberi avocado e zucchine.


Spiedini davvero gustosi, da condividere con gli amici in vista delle prossime grigliate estive.
                                                   






Ingredienti per circa 4 persone:600 g di gamberi,1 avocado,1 zucchina, sale e pepe q.b.
Per la salsa allo yoghurt: 250 g di yoghurt greco,1 cucchiaino di aglio in polvere,1 cucchiaino di olio extravergine di oliva,4-5 foglie di basilico,1 cucchiaino di zenzero grattugiato, sale e pepe.

Procedimento: Innanzitutto iniziate con il preparare la salsa allo yoghurt .Mettete in una ciotola lo yoghurt, il cucchiaino di aglio liofilizzato, il limone, le foglie di basilico,sale e pepe q.b. Lasciate riposare in frigo, fino al momento di accompagnare gli spiedini. A questo punto sgusciate i gamberi lasciando la codina e tagliate a cubetti non troppo grandi sia la zucchina che l’avocado. Infilzate uno spiedino alternando ,gambero avocado e zucchina, salate e pepate e cuocete sulla griglia ben calda. Una volta pronti, servirli in tavola accompagnati dalla salsa allo yoghurt.

domenica 27 aprile 2014

Brownies vegani al cioccolato e caffe'

Oggi un dolce per la prima colazione davvero goloso , dedicato ai miei amici vegani ma anche a chi come me cerca sempre di trovare delle alternative golose , senza dover necessariamente rinunciare al gusto.
Un dolce quindi  genuino e veloce che non vi fara' rimpiangere , burro, panna e uova.
Provate e....... attenzione puo' creare dipendenza.

Un abbraccio e a presto

                                                                                                Fausta


Ingredienti per una tortiera di circa 25 cm di diametro: due bicchieri e mezzo di farina 00,2 bicchieri  di zucchero,5  cucchiai di olio di semi di girasole,1 bicchiere di latte di soia + 3 /4 cucchiai per sciogliere il cioccolato fondente,1 quadrotto di circa 100 gr. di ottimo cioccolato fondente, 1 cucchiaino di caffè macinato,1 bustina di lievito, 1 bustina di vanillina o meglio ancora la polpa di mezzo baccello  di vaniglia fresca.
Preparazione: Mettete in una ciotola, i due bicchieri e mezzo di farina ben colmi,i due bicchieri di zucchero,la bustina di lievito,la vanillina,il cioccolato fondente precedentemente sciolto in 3 / 4 cucchiai di latte di soia, il bicchiere di latte di soia  e infine i 5 cucchiai di olio di semi. Impastare con le fruste fino a fare diventare il tutto ben spumoso, infornare in forno caldo a 180 per circa 40 min., ma controllate sempre con lo stecchino , perchè ovviamente ognuno di voi conosce il proprio forno.Lasciare raffreddare e tagliare a cubettoni.

domenica 20 aprile 2014

Pizza di Pasqua con uvetta e semi di anice

Pizza di Pasqua con uvetta e semi di anice.Un dolce della tradizione Abruzzese,che la mattina di Pasqua viene benedetto e poi si riporta a casa per fare colazione con una fetta di dolce e tocchetti di uova di cioccolato.
                 
La condivido con voi per augurarvi una .................


                            Serena e Felice Pasqua a tutti  




mercoledì 9 aprile 2014

Poesia

Poesia " L'arte di saper esprimere in versi una certa idea del mondo"

Oggi un post un po' diverso dai soliti, una mia cara amica ,Lisa del blog Lismary's  Cottege,mi ha chiesto di partecipare a questo gioco ,scrivere delle poesie proprie o di altri e nominare altri 5 blog per la sfida entro.... 24 ore .

Partecipo volentieri , con alcune poesie di poeti che amo leggere.
Ecco i blog che nomino per questa simpatica sfida ovviamente senza che nessuno si senta obbligato a farlo:
Lena del blog :Locanda dei libri
Luca e Sabrina del blog:  saporidivini
Anna :maison Bleu
Giannina  del Blog : La Casa di Alchimilla
Sivia del blog: acqua e farina-sississima



 Ci sono cose che non puoi vedere
con gli occhi:
devi vederle con il cuore
e questo non è facile.
Se ritrovi lo spirito della giovinezza
dentro di te,
con i ricordi di adesso e i sogni di allora,
potrai farlo rivivere
e cercare una strada nell'avventura
che chiamiamo vita,
verso un destino migliore.
E il tuo cuore non sarà mai stanco
né vecchio...
Sergio Bambaren 



Lentamente muore 
chi diventa schiavo dell'abitudine, 
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, 
chi non cambia la marcia, 
chi non rischia e cambia colore dei vestiti, 
chi non parla a chi non conosce. 

Muore lentamente 
chi fa della televisione il suo guru.
Muore lentamente chi evita una passione, 
chi preferisce il nero su bianco 
e i puntini sulle "i" 
piuttosto che un insieme di emozioni, 
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, 
quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, 
quelle che fanno battere il cuore 
davanti all'errore e ai sentimenti. 

Lentamente muore 
chi non capovolge il tavolo
quando è infelice sul lavoro, 
chi non rischia la certezza per l'incertezza 
per inseguire un sogno, 
chi non si permette almeno una volta nella vita, 
di fuggire ai consigli sensati. 

Lentamente muore 
chi non viaggia, 
chi non legge, 
chi non ascolta musica, 
chi non trova grazia in sé stesso. 

Muore lentamente 
chi distrugge l'amor proprio, 
chi non si lascia aiutare 
chi passa i giorni a lamentarsi 
della propria sfortuna o della pioggia incessante. 

Lentamente muore 
chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, 
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce
o non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, 
ricordando sempre che essere vivo 
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore
del semplice fatto di respirare.

Soltanto l'ardente pazienza 
porterà al raggiungimento di una splendida felicità.
Pablo Neruda


Cos'è per te un amico,
Perché tu debba cercarlo
Per ammazzare il tempo?
Cercalo sempre per vivere il tempo.
Deve colmare infatti le tue necessità,
non il tuo vuoto.
E nella dolcezza dell'amicizia
Ci siano risate,
E condivisione di momenti gioiosi.
Poiché nella rugiada
delle piccole cose
Il cuore trova il suo mattino
E si rinfresca.

Kahlil Gibran